LIBERAMENTE IMPARO

Il metodo Liberamente Imparo, la neurolinguistica e l’ordine di presentazione delle lettere.

Il Metodo Liberamente imparo fonda le sue scelte nelle informazioni che provengono dalla scoperte scientifiche delle Scienze Cognitive, che vengono trasformate in scelte metodologiche e di pratica didattica.

Una delle scienze, che sono parte delle Scienze cognitive, è la Neurolinguistica. Dai più recenti studi in questo ambito disciplinare giungono precise indicazioni scientifiche su come il cervello produce ed elabora l’apprendimento della letto scrittura. In base alle informazioni che provengono dalla Neurolinguistica, il Metodo Liberamente imparo adotta precise scelte nell’ordine di presentazione delle lettere e, quindi, dei fonemi e dei grafemi, per facilitare e stabilizzare l’apprendimento senza errori, anche in caso di Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Grazie a queste indicazioni le scelte didattiche adottate e prescrittive del Metodo sono diverse da quelle proposte dalla tradizione metodologica e dell’editoria scolastica, che seguono scelte non congruenti al reale funzionamento cerebrale

Il Metodo Liberamente imparo prescrive, all’inizio dell’insegnamento, l’uso esclusivo dello stampato maiuscolo e la prima lettera insegnata è la I.

I motivi di tale sono molteplici, ne indico qui solo due:

1) come dimostrato dalle evidenze scientifiche il primo suono percepito in utero e successivamente prodotto è la I e, dunque, è anche più facile raggiungere la consapevolezza fonologica del fonema;

2) è il grafema più semplice in assoluto da eseguire graficamente e i bambini hanno una prima esperienza della scrittura gratificante e positiva, emozioni che alimentano l’autostima e il senso di autoefficacia, promuovendo la motivazione ad apprendere e alimentando la consapevolezza di essere in grado di imparare, anche quando sarà meno facile farlo.

Quando tutti i bambini sapranno leggere e scrivere correttamente, in stampato maiuscolo, tutte le sillabe semplici e le parole piane che esse compongono (l’esperienza accumulata nella sperimentazione in ricerca-azione del Metodo e nella pratica didattica mostra che ciò avviene verso il mese di marzo) si passa all’insegnamento della lettura dello stampato minuscolo e si comincia con la lettera “e” , poi la “u” , quindi la “i” e infine “a” e “o”.

I motivi di questa scelta stanno nella necessità di evitare e contrastare le dispercezioni visive, dovute alle leggi della Gestalt e al principio dell’imprinting di Lawrence.

Il Metodo Liberamente imparo prescrive che si insegni solo la lettura dello stampato minuscolo e non la scrittura, pratica consolidata nella tradizione, ma che risulta inutile perché non facilita, come si pensa, l’acquisizione della scrittura del corsivo, dato che le aree cerebrali usate nel riconoscimento delle due varianti grafiche sono diverse e addirittura appartengono a emisferi diversi. Caduta questa credenza errata, non resta alcun motivo per imparare a scrivere lo stampato minuscolo che, nella realtà, è una veste tipografica a stampa che si deve solo imparare a leggere.

Una delle cause dell’aumento delle disgrafie è legata a questa scelta d’insegnamento non funzionale al reale funzionamento cerebrale.

Queste sono solo alcune delle indicazioni del Metodo Liberamente imparo.

Se vuoi conoscere tutte le altre indicazioni metodologico didattiche basate sulle informazioni fornite dalle Scienze Cognitive e innovare la tua didattica, rendendo il tuo approccio scientifico e facilitante l’apprendimento perché funzionale al reale funzionamento cerebrale puoi:

📖 trovare il MANUALE DEL METODO e tutti i materiali d’implementazione in formato e book qui

➡️https://liberamenteimparo.it/libri-dislessia

📖trovare il MANUALE DEL METODO in cartaceo qui e acquistarlo con la carta docente

➡️https://amzn.to/383JS89

📖 seguire il corso on line riconosciuto dal MIUR e acquistabile con carta docente qui

➡️https://www.canalescuola.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1287

📖 trovare ogni informazione scientifica alla base del METODO LIBERAMENTE IMPARO nel libro scientifico a questo link:

➡️https://amzn.to/34HmJYL

Lascia un commento